DUE TORRI

DOC Reno – Pignoletto frizzante

Uve
UVE: 100% pignoletto
Note
NOTE DI DEGUSTAZIONE: colore giallo tenue con riflessi verdolini. Spuma evanescente con bollicine abbastanza persistenti. Al naso sentori floreali di gelsomino e fruttati di pesca. Gusto fresco e sapido. Buona persistenza con gusto finale di agrumi e mandorle.
Abbinamenti
ABBINAMENTI: ottimo come aperitivo e in accompagnamento a primi piatti poco complessi.
Gradazione
GRADAZIONE: 12%

Finemente profumato, chissà se sarebbe stato apprezzato dagli antichi romani.
Infatti, qualcuno ha letto un’assonanza del nome Pignoletto a Pino Lieto un vino descritto da Plinio il Vecchio come non dolce abbastanza per essere buono, infatti pare che a Roma si bevesse vino particolarmente dolce. Più probabilmente il nome deriva dalla forma dell’acino che ricorda una piccola pigna.
Due Torri il primo omaggio va alla Garisenda e alla Torre degli Asinelli le due torri più famose tra le “sopravvissute” di Bologna.

Forse non tutti sanno che a Bologna si contavano 100 torri tra l’XII  e il XIII secolo, di cui oggi ne sono rimaste solo 22. I loro nomi, Asinelli e Garisenda, vengono dai nomi delle famiglie che le costruirono. Entrambe sono pendenti, anche se la pendenza della Garisenda, che doveva essere anche la più alta, è maggiormente visibile.

(…) Qual pare a riguardar la Carisenda / sotto ‘l chinato, quando un nuvol vada / sovr’essa sì ched ella incontro penda; / tal parve Anteo a me che stava a bada / di vederlo chinare, e fu tal ora / ch’ i’ avrei voluto ir per altra strada (…). – Dante Alighieri